Gb Fr De Es
La Cattedrale » Navata destra
Navata destra

Gli amboni o pulpiti
Sono fra le opere più pregevoli della Cattedrale. Il Maestro Guglielmo lo realizzò per il Duomo di Pisa tra il 1154 e il 1162; fu trasferito nel Duomo di Cagliari nel 1312. Nel XVII secolo fu scomposto in due amboni, situazione visibile ancora oggi. 
Cappella di S. Cecilia
La Cappella di Santa Cecilia è collocabile nel Barocco Piemontese. L'opera è molto raffinata, rivela una balaustra in marmo nero completata da colonnine in marmo giallo; particolarmente elegante la porticina del Tabernacolo in argento sbalzato, opera di un ignoto argentiere spagnolo della metà del XVII secolo. La Cappella sino al 1962 custodiva il SS. Sacramento.
Cappella di Nostra Signora di S. Eusebio
La statua sarebbe una copia autentica dell'originale che S. Eusebio di Vercelli portò dalla Palestina nel 362. La statua della Madonna è in legno dorato e policromato, regge nella mano destra uno scettro e nella sinistra il futuro Messia. L'altare della Cappella fu realizzato nel 1776 con marmi e a spese del Canonico Giovanni Maria Solinas. La Cappella subì un restauro nel 1933 da parte dell' Architetto Angelo Vicario, originario di Biella, città nella quale è molto venerata La Vergine Nera di Oropa, statua gemella della cagliaritana.   
Cappella di San Michele
Artisticamente é la migliore. Le quattro graziose colonne a spira di stalattiti, che incorniciano la scena raffigurante San Michele che scaccia i demoni, provengono dalle cave di Seulo. Il gruppo centrale in marmo bianco fu scolpito dal genovese Mazzetti secondo uno stile berniniano; il committente della Cappella fu il Canonico Michele Cugia, mentre il primo restauro della Cappella è datato 1939 e fu possibile grazie alle elargizioni della Nobildonna Bocconi di Villahermosa. 

 

Galleria

Cattedrale di Cagliari - Piazza Palazzo 4/a - 09124 Cagliari (CA) Fax. 070/8649388
Powered by